Lydian Sound Orchestra

Domenica 22 marzo, ore 21.30, Teatro Giotto, Vicchio

LYDIAN SOUND ORCHESTRA
diretta da Riccardo Brazzale
No More, Wrong Mistakes
Riccardo Brazzale – direttore e arrangiatore
Robert Bonisolo – sax tenore e soprano
Mattia Cigalini – sax alto
Rossano Emili – sax baritono e clarinetti
Gianluca Carollo – tromba e flicorno
Roberto Rossi – trombone
Dario Duso – tuba
Paolo Birro – piano
Marc Abrams – contrabbasso
Mauro Beggio – batteria
Musiche di Brazzale, Ellington & Dolphy

La Lydian Sound Orchestra, formata nel 1989 dal compositore-arrangiatore Riccardo Brazzale
(musicista, ma anche studioso, insegnante e promoter), è senza dubbio la più apprezzata medium-band nel campo del jazz italiano degli ultimi anni, così come è attestato da molteplici referendum specialistici.

Un tentette atipico (alla maniera della “Tuba Band” di Miles, della Monk’s Town Hall Orchestra o della Mingus’ Black Saint Band) che si concentra principalmente sulla rielaborazione della tradizione jazz, secondo un approccio contemporaneo, e su una tecnica compositiva, il cui scopo principale è di mettere in luce lo spirito live e il work in progress fra i musicisti.

Da oramai molti anni, la critica nazionale e internazionale ne riconosce i grandi meriti e non perde occasione per renderne omaggio: “top-flight Italian jazz orchestra”, “rich, flamboyant, precious, combination of sounds”, “freedom and structure”, “controlled anarchy”, “humor and musicality”, “music interesting, refreshing and exciting” o “here there is really something new”.
Applaudita su molti palcoscenici italiani ed europei, da Umbria a Manchester, spesso assieme ad ospiti internazionali, la Lydian ha all’attivo molti cd: dell’ultimo decennio si ricordano gli apprezzati tributi a Monk (da “Monk at Town Hall & More” a “Ruby, Nellie & Nica”), le personalissime riletture della storia del jazz (“Back to Da Capo” e “The Lydian Trip”) e i live (“Live in Appleby” e “Reflections”, quest’ultimo apparso in anteprima come allegato alla rivista “Musica Jazz”).

Nel 2014, in occasione del 25° anno di attività, la Lydian ha presentato in prima assoluta le musiche del capolavoro mingusiano“The Black Saint and The Sinner Lady”, in forma di opera-ballet, con la Compagnia Abbondanza/Bertoni. Nel 2015 si presenta con il nuovo repertorio, che sarà alla base del prossimo cd, “No More Wrong Mistakes” (titolo-parafrasi di un aforisma di Thelonious Monk), per lo più dato da composizioni originali del leader, anche se non manca qualche tributo alla grande letteratura jazz, da Duke Ellington ad Eric Dolphy.

Ingresso € 15/13

Il sito utilizza cookies di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari o promozionali in linea con le preferenze manifestate dall'utente nell'ambito della navigazione. Il servizio consente anche l'invio di cookies Altre Informazioni

Informativa e consenso per l'uso dei cookie

1. Definizioni

I cookies (così come strumenti analoghi come i web beacon etc.) sono files di testo di piccole dimensioni, che vengono generati nel corso della navigazione e poi memorizzati nel terminale dell'utente e che sono usati per differenti finalità, come l'esecuzione di autenticazioni informatiche, il monitoraggio di sessioni di navigazione, la memorizzazione di informazioni su specifiche configurazioni riguardanti gli utenti che accedono al server, etc. I cookies si distinguono in due macro-categorie.

2. Uso dei cookies nel sito jazzclubofvicchio.it

Nel corso della navigazione nel sito jazzclubofvicchio.it è possibile che vengano generati cookies di profilazione. Inoltre, è possibile che vengano generati cookies di profilazione inviati da siti o da web server diversi da jazzclubofvicchio.it (c.d. "terze parti"). In particolare, il gestore di okbabysitter.com ha stipulato accordi per l'installazione di cookies tramite il proprio sito con le seguenti "terze parti" :

3. Diritti dell'utente rispetto ai cookies

Secondo quanto stabilito con provvedimento del Garante per la protezione dei dati personali dell'8 maggio 2014 (recante "Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie"), l'utente può negare il proprio consenso alla raccolta dei propri dati personali mediante i cookies di profilazione. Il consenso o il diniego del consenso all'uso dei cookies di profilazione può essere espresso spuntando la relativa opzione in fondo a questa pagina (e nei moduli di consenso delle "terze parti" sopra linkati) oppure attraverso le impostazioni del browser in uso (in Chrome: impostazioni avanzate – privacy; …) Tutto ciò premesso, ti chiediamo di esprimere il tuo consenso all'utilizzo dei cookies di profilazione.

Chiudi